L'AREA UMIDA CARLO COLBASSO
Lungo il sentiero d'acceso all'area protetta, sulla destra, si sviluppa un prato allagato per limicoli intitolato a Carlo Colbasso, attivista WWF scomparso nel 2009. Sbirciando dalle feritoie del punto di osservazione, in primavera, Ŕ possibile facilmente osservare i cavalieri d'Italia che nidificano in quest'area e numerosi altri limicoli. L'area umida estesa per circa un ettaro e con una profonditÓ massima di 30 cm Ŕ il risultato di un progetto di riqualificazione ecologica che ha trasformato un terreno agricolo in un'area paludosa, ambiente oggi sempre meno presente e luogo prediletto da uccelli limicoli, anfibi e ardeidi, che dalla vicina garzaia arrivano per nutrirsi di rane e rospi.