2013-02-22: La presenza delle specie faunistiche aliene: un rischio reale per la conservazione della biodiversità

 

Convegno -

Le invasioni di specie alloctone sono considerate dalla comunità scientifica la seconda causa di perdita di biodiversità dopo il cambiamento di uso del suolo, poiché alterano in breve tempo sistemi biologici che possono risultarne irreversibilmente compromessi. Le specie alloctone sono da qualche tempo oggetto di particolare attenzione da parte del mondo scientifico. Manca purtroppo in Italia una strategia integrata, ma soprattutto una diffusa consapevolezza dell’importanza dell’argomento e delle ripercussioni derivate dalla loro presenza.

la locandinaLa Locandina

la locandinaMassimo Lorenzoni - Il gambero rosso della Louisiana (Procambarus clarkii):
controllo e gestione di una specie invasiva.

la locandinaBiology of Procambarus clarkii (Girard, 1852) in Lake Trasimeno

la locandinaSplendiani et alii -
Phylogeographic inferences on the native brown trout mtDNA variation in central Italy

la locandinaCaputo et alii - Genetic diversity of brown trout in central Italy

la locandinaLampreda padana del Potenza. Nel fango c’è un fossile vivente

 

  

 

joomla template 1.6

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Cookie Policy"